martedì 19 settembre 2017

L'Associazione F.C."ESSERCI" del Dott. Franco Cusimano Presenta: Follia Di Un Artista-La Voce Del Silenzio

L'Associazione "F.C.ESSERCI" del Dott.Franco Cusimano è lieta di presentarvi il suo nuovo evento artistico:Follia Di Un Artista-La Voce Del Silenzio che andrà in scena Venerdì 29 Settembre al Teatro Petrolini , Via Rubattino 5(Zona Testaccio, Roma) ore 21:00. Il Dott Cusimano con il suo racconto  poetico ci accompagnerà in un affascinante viaggio nella Follia. L'autore narra nel suo spettacolo come vedere la realtà con gli occhi del "folle",quindi con uno sguardo diverso.

lunedì 4 settembre 2017

Follia di un Artista: La Vita è un Sogno da Realizzare

                          
Follia Di un Artista-La Voce del Silenzio  di Franco Cusimano ,Venerdì 29 Settembre alle 21:00,Teatro Petrolini, Via Rubattino 5, (Zona Testaccio)Roma.
Invito al mio spettacolo L’Opera: Follia di un Artista  , vuole ricordare all'uomo che ha molte possibilità umane, e non si divide in due, una tutta umana e l’altra folle. L’offesa che gli è fatta è: uccidere la sua dignità che lo rende infelice. Questo è l’uomo. Il problema del giudizio sull’uomo lo rende vulnerabile. L’uomo può essere “non uomo” che vuole liberarsi dalle catene e si “arma “ di follia, Ma quando cade nella persecuzione e nell’oppressione, si rialza, l’offesa stessa svanisce. L’uomo è “fuori” dall’uomo che guarda, in faccia il mondo e voi direte: non è uomo. Una sceneggiatura sul viaggio affascinante del mondo che ci “nascondono”. Non posso più nascondermi sussurra la Voce del Silenzio, la sfida al labirinto della dualità e nella sfiducia nelle parole, dove ogni pregiudizio è un inganno, dove la “follia” è verbalizzazione di una comunicazione in un nuovo linguaggio. La narrazione di Cusimano è transitorietà della conoscenza è il tramonto di una falsa realtà, che lo conduce nella città invisibile, dove ogni sogno diventa realtà. La poetica, idea meravigliosa, è madre della realtà nella sua origine, è testimone del passato, è esempio e notizia del presente. Informarsi dell’avvenire è una narrazione semplice e trasparente che appartiene alla creazione di una nuova realtà. La Follia di un Artista toglie la noia in una "Folgorazione Geniale" a chi non vuole più percorrere ogni giorno le stessa e noiosa quotidianità.

mercoledì 26 aprile 2017

Perdersi nell'Ombra per Ritrovarsi nella Luce

SINOSSI
L'Arte cura il battito del cuore.
Un atto è un evento, è una storia d’amore. Una danza della realtà. L'evento regala lo stupore, trasforma il corpo in battito universale. Il corpo è anima vivente che produce pensiero in dualità della natura e della cultura umana. “Odio per un amore perduto e mai ritrovato”, "Paura di morire di "crepacuore". Il saper nasce dall'esperienza personale libera dai condizionamenti. Una dualità si manifesta attraverso la pluralità del linguaggio. La rappresentazione teatrale è avventura poetica; luogo ampio e luminoso, e al contempo assai umido e gelido dove quattro manichini costruiti per compensare il dolore di un “amore perduto”,"vivono"in un tormentoso silenzio dove la comunicazione chiara e quella oscura generano mistero e poesia. L’autore, nemico a se stesso, in questa avventura poetica scava nella memoria emotiva per ritrovare "l’amante" e liberarsi dalle abitudine mentali. Dove il finito si specchia con l'infinito. 
L'amico dell’amato vive in un corpo rigido di un manichino vuoto, un vuoto dove avvengono le cose, dove si possono sviluppare. Per non perdersi bisogna riuscire a sopportare l'ansia della separazione. L’autore percorre il tempo senza tempo, dove l’anima vibra in amore universale, dove il sogno e la realtà si compenetrano. L’autore per non "morire d'amore" vaga e si rivolge al manichino chiedendo una relazione d’aiuto che diventa un’ombrosa dipendenza. Plasmato dalla sofferenza l'autore matura affrontando l'Anima di donna. Ridere davanti ad un "morto" perché non lo si conosce è vigliaccheria, sorridere ascoltando il pianto di un neonato si ascolta il battito del suo cuore: l'Arte 
Un amante quando bussa alla porta dell’amato, anche se fisicamente non c’è più, risponde: Ho paura non entrare in me fin quando io non sarò TE.

sabato 15 aprile 2017

L'Associazione "F.C. ESSERCI" vi augura Buona Pasqua!

L'Associazione "F.C. ESSERCI" augura a  tutti voi una serena Pasqua, che possano essere  giorni di gioiosa festa. Noi crediamo che l'Arte ci dia la possibilità di cambiare ogni giorno e rinascere ad ogni età. E' Questo motivo che ci ha spinto a realizzare lo spettacolo "Ma che ci siamo messe in testa", con protagoniste le artiste dai capelli bianchi che andrà in scena Domenica 23/04 alla Parrocchia San Gregorio Magno (Magliana) ore 17:00. Vi aspettiamo numerosi e vi rinnoviamo i nostri auguri di Buona Pasqua.
                                              

mercoledì 25 gennaio 2017

L'Associazione "F.CESSERCI"Presenta al Teatro Petrolini di Roma il nuovo spettacolo di Franco Cusimano:Giù La Maschera

Non si può guardare nelle anime degli altri se non si riesce a guardare nella propria. Un uomo in pace con se stesso e in rapporto sereno con il mondo che lo circonda è certamente quanto più vicino alla sua realizzazione. Conosci prima te stesso, dopo imparerai a conoscere gli altri. Così il risveglio di D’IO è al contempo il risveglio dell’IO uomo, chiamato nuovamente, credente o non credente. Egli s’interroga sul significato del suo essere nel mondo. La scrittura di scena narra gli eventi umani. Il pensiero artistico consente allo spettatore di fare fronte a situazioni nuove, inaspettate, imprevedibili, come l’intelligenza genuina, la limpidezza intellettuale, mette al centro se stessi e la propria vita. Lo spettatore vivrà una nuova e affascinante avventura una “medicina” naturale come missione di salvataggio cioè:Proteggere i nostri sentimenti dagli attentati e dalle tentazioni che quotidianamente scuotono e inquinano la nostra unica amante, l’Anima. L’uomo deve togliersi la Maschera della sbagliata razionalità, e abbandonare manie, pregiudizi di un pensiero rigido e limitato e ancor più abbandonare l’etichetta o concetto. La quotidianità può essere la ripetizione di un’errata rappresentazione mentale ripetuta nel tempo cioè la “chiacchiera”, essa rende povero il ragionamento e lo costringe a non ascoltare la meravigliosa acutezza della verità frammentata e manipolata da uno sciocco pensiero. L’autore si pensa: La conoscenza ha due forme è o conoscenza intuitiva o conoscenza logica; conoscenza per la fantasia o conoscenza per l’intelletto; conoscenza individuale o conoscenza universale. Doppia è la maschera che indossiamo speculando sul pensiero altrui. Chi Sei veramente ? Cusimano.

venerdì 23 dicembre 2016

L'Associazione F.C. ESSERCI Vi Augura Buone Feste!

L'Associazione F.C. Esserci augura a tutti voi un sereno e felice Natale. Continueremo a informarvi sulle nostre attività e grazie alla vostra partecipazione e attiva collaborazione, cresceremo sempre di più,realizzando i nostri progetti culturali e sociali tra i quali l'Oratorio per gli Anziani.Cogliamo l'occasione per invitarvi al nuovo spettacolo di Scrittura di Scena Franco Cusimano : Giù la Maschera: Il Doppio che andrà in scena il 4 Aprile alle ore 21:00 al Teatro Petrolini, Via Rubattino 5(Zona Testaccio).
La conoscenza ha due forme: è o conoscenza intuitiva o conoscenza logica; conoscenza per la fantasia o conoscenza per l’intelletto; conoscenza individuale o conoscenza universale. Doppia è la maschera che indossiamo speculando sul pensiero altrui. Chi Sei veramente ?